giovedì 2 febbraio 2012

La lavatrice (microstoria)

Una quindicina di anni fa sono stata inseguita dalla lavatrice di casa, che una volta in centrifuga si è messa a saltellare sui suoi tozzi piedini venendomi incontro minacciosamente. Io ero inerme seduta sul Sacro Sedile, ella mi stava dirimpetto, guatandomi col suo occhio polifemico iniettato di schiuma. E mi assaliva.
Sono fuggita come i francesi alla Beresina riuscendo a stento a salvare il decoro fisico (non quello morale, mia madre mi ha preso in giro per settimane).

Adesso per fortuna la lavatrice ce l'abbiamo in terrazza e non in bagno.

1 commento:

  1. Me lo ricordo perfettamente...ancora rido!

    RispondiElimina